Giacomo Ballerini di Garda turismo con il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia

Il Ministro del Turismo visita il Garda

Il Ministro del Turismo, accettando l’invito del territorio gardesano, ha visitato Castelnuovo del Garda, Lazise e Valeggio S/M. per continuare con il tour delle migliori destinazioni italiane.

Invitato dai compagni di partito, l’Onorevole Vania Valbusa e l’Europarlamentare Paolo Borchia e accolto dal consigliere regionale Filippo Rigo e il Sindaco di Castelnuovo Giovanni dal Cero, ha incontrato i dirigenti di Gardaland, la famiglia Amicabile, proprietaria di Caneva World e visitato nel pomeriggio Borghetto, soffermandosi per un pranzo presso la Vecchia Bottega.

In tutti e tre gli appuntamenti il Ministro Garavaglia è stato accompagnato dal nostro direttore della sezione turistica Giacomo Ballerini, che ha avuto il piacere e l’onore d’interagire con il Ministro per circa 5 ore.

Ministro del Turismo Massimo Garavaglia con Giacomo Ballerini di Garda Turismo

Un onore per me poter intrecciare il mio pensiero turistico con il ministro Garavaglia, anche se per poche ore. Ragionare con lui prospettandogli quelli che sono per noi i problemi più annosi, ricevendo risposte concrete e positive, dimostra quanto siano a conoscenza a Roma di queste specifiche tematiche. Sono molto orgoglioso, infine di essere stato invitato come esperto al tavolo operativo al fianco di importanti imprenditori e operatori del Garda.” 

Il Dott. Garavaglia ha risposto alle domande dei presenti, partecipando ad una tavola rotonda che coinvolgeva in prima mattina i dirigenti di Gardaland, mentre successivamente ha incontrato e ascoltato 10 stakeholder selezionati del territorio gardesano: come Mattia Boschelli di federalberghi, Cesare Avesani presidente del parco Natura Viva, Claudia Speri presidentessa Federalberghi di Peschiera D/G. e Castelnuovo D/G., asso Garda camping nella figura di Enrico Olivieri, i consulenti turistici Maurizio Galli e appunto il nostro amministratore delegato Ballerini accompagnato dall’amministratore delegato di Garda Way Bignotti.

I temi a cui il ministro ha risposto con disinvoltura, pragmatismo e concretezza spaziavano dal turismo lento, all’annoso problema della mancanza dei dipendenti nel settore, dalla formazione pratica dei futuri manager, alla digitalizzazione di Italia.it.

Proprio la domanda espressa dal nostro direttore turistico verteva sulla digitalizzazione, comprendendo la nuova veste d’Italia.it, il ruolo dell’Enit, analizzando come inserire i contenuti di ogni singolo comune.

All’interno del suo discorso i punti principali toccati sono stati i parchi tematici: “I parchi rappresentano una risorsa importante per l’industria turistica del paese. Il Ministero sta lavorando per mettere in campo azioni condivise da inserire in una sezione dedicata del Piano Strategico del Turismo.” 

Ha poi continuato dicendo che le priorità sono la promozione dei territori, anche attraverso il Digital Tourism Hub e la formazione di personale altamente specializzato.

A Valeggio sul Mincio, a fianco del Sindaco Alessandro Gardoni dell’onorevole Vania Valbusa, di altri primi cittadini veronesi e degl’imprenditori di Valeggio s.M, ha discusso di tematiche come: il turismo dei borghi e il cicloturismo. In Italia il turismo vale 5 miliardi mentre in Germania 20, anche se noi abbiamo paesaggi e clima migliori, quindi basterebbe investire un minimo in questo settore per raggiungere gli amici tedeschi e guadagnare un punto percentuale sul nostro pil.

Per favorire la crescita, il Ministro Garavaglia ha avviato una collaborazione con l’Enel per piazzare le colonnine di ricarica delle e-bike lungo alcune ciclabili, si potrebbe ipotizzare la stessa idea anche sulle ciclabili gardesane.

Il tavolo con il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia e gli operatori del turismo tra cui Garda Turismo

Durante tale incontro Ballerini ha potuto rinsaldare le relazioni con i dirigenti di Gardaland, la famiglia Amicabile di Movieland e Avesani di Natura Viva, nonché con altri stakeholder del territorio come Galli e Boschelli, discutendo di possibili collaborazioni e di costruire relazioni con figure politiche di spicco come l’europarlamentare Borchia, l’onorevole Valbusa, il consigliere regionale Rigo, il sindaco di Castelnuovo d.G. Dal Cero, il Sindaco di Valeggio s.M. Gardoni e il Sindaco di Lazise Sebastiano, parlando di formazione turistica nella destinazione Garda, di promozione del lago e della difficoltà nel recuperare personale.

Garavaglia conclude il suo intervento dicendo: “Esiste la fondata possibilità che questa stagione possa raggiungere, se non addirittura superare quella del 2019 in termini di presenze e fatturato. I segnali ci sono tutti. A partire da un dato fotografato dal World Economic Forum: in un anno il turismo italiano ha recuperato due punti nell’indice di competitività ed è rientrato nella top ten della graduatoria mondiale.” Inizia così il suo intervento il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia. Oggi in visita sul lago di Garda.

Il Ministro infine ringrazia gli operatori e i politici del territorio, accettando l’invito a visitare il territorio nelle sue prossime vacanze, affascinato da questo Garda così variegato e focalizzato ad un turismo di qualità.

Condividi questo articolo sui social: